Progetti italiani

Cardiolab

Il Progetto Cardiolab è un laboratorio pratico per la progettazione di programmi di prevenzione sul territorio. Partito nel 2003 il progetto, tuttora in corso, ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della prevenzione cardio-cerebrovascolare attraverso dei momenti di contatto diretto con la popolazione nelle province italiane.
 
Al progetto partecipano non soltanto clinici e ricercatori, ma anche medici di famiglia e, elemento dei tutto originale, economisti, esperti di comunicazione e associazioni. Per ottenere risultati concreti, infatti, oggi è indispensabile considerare anche il problema dei costi dell’assistenza sanitaria e scegliere modalità efficaci di comunicazione con il pubblico.
 

Rischio di malattia vascolare nella donna in gravidanza

Per molto tempo si è pensato che le donne godessero di maggiore protezione dalle malattie cardiovascolari rispetto agli uomini. Recentemente, invece, studi clinici ed epidemiologici hanno dimostrato che le donne possono essere colpite tanto quanto il sesso maschile, anzi di più, a causa dello stress, stili di vita errati e poca attenzione alla prevenzione. Infatti, il rischio di incorrere in malattie da Trombosi è mediamente più alto nella donna in età fertile che nell'uomo e aumenta durante la gravidanza e il puerperio.
 
ALT ha concentrato l'attenzione sulla prevenzione della Trombosi venosa e dell'embolia nel periodo della gravidanza con il progetto "Rischio di malattia vascolare nella donna in gravidanza", che verrà realizzato grazie alla collaborazione della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale della Regione Lombardia e di un'azienda sensibile e generosa come Pfizer Italia.
 
L'obiettivo è quello di aiutare le donne in gravidanza, di qualunque etnia, con un linguaggio semplice e facilmente comprensibile, a non sottovalutare l'importanza dei fattori di rischio ben noti, quali l'eccessivo aumento di peso, il fumo, la famigliarità, l'inattività fisica, e a riconoscere immediatamente eventuali sintomi premonitori di malattie da Trombosi che in gravidanza non solo sono più probabili, ma assumono una dimensione particolarmente drammatica per la madre e il bambino.

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sui progetti e le attività dell’associazione?