Screening gratuiti

Piazze della salute

ALT Onlus è Partner Scientifico de "Le Piazze della Salute", un progetto realizzato dall'Assessorato alla Salute del Comune di Milano per sensibilizzare i cittadini sull'importanza di uno stile di vita corretto. Una struttura mobile itinerante percorre nei mesi di marzo, aprile e maggio le vie e le piazze di Milano offrendo attività informativa e test specifici erogati da personale medico e paramedico, in collaborazione con lo staff di ALT Onlus.
 
 

Cardiolab

ll Progetto Cardiolab è un laboratorio pratico per la progettazione di programmi di prevenzione sul territorio. Partito nel 2003 e tuttora operativo, il progetto prevede di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della prevenzione cardio-cerebrovascolare attraverso dei momenti di contatto diretto con la popolazione nelle province italiane.
Al progetto partecipano non soltanto clinici e ricercatori, ma anche medici di famiglia e - elemento dei tutto originale - economisti, esperti di comunicazione e associazioni. Per ottenere risultati concreti, infatti, oggi è indispensabile considerare anche il problema dei costi dell’assistenza sanitaria e scegliere modalità efficaci di comunicazione con il pubblico.
 
L'iniziativa parte dal presupposto che i cittadini hanno ormai acquisito una grande consapevolezza del valore della salute e della minaccia rappresentata dal rischio cardio-cerebrovascolare, anche in considerazione delle maggiori esigenze di benessere che qualunque persona, di qualsiasi età e condizione sociale, giustamente pretende. Sono quindi i cittadini, organizzati in associazioni, a sollecitare attivamente un impegno prioritario delle Istituzioni - in primo luogo delle Regioni, da cui dipendono molti dei programmi di prevenzione sanitaria - per rendere concrete e immediatamente attuabili tutte le misure necessarie per ottenere una riduzione della morbidità e della mortalità cardio-cerebrovascolare.
Su questa spinta - per certi aspetti rivoluzionaria - attivata dalle associazioni citate è nato Cardiolab.
 
Le Onlus coinvolte insieme ad ALT sono:
 
AID (Associazione Italiana per la Difesa degli Interessi dei Diabetici)
FAND (Associazione Nazionale Italiana Diabetici)
CnAMC (Coordinamento Nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici).
 
Questa iniziativa è resa possibile con il sostegno di Bayer, un'azienda che ha da sempre creduto nelle partnership scientifiche e culturali con il mondo socio-sanitario.
 
Le Attività nell'ambulatorio mobile:
 
Per 4/5 giorni consecutivi, viene predisposto un vero e proprio "ambulatorio" mobile nelle piazze delle diverse città italiane coinvolte, dando la possibilità ai cittadini di tutte le età di verificare il proprio stato di salute, sottoponendosi a una visita medica, che consiste nella misurazione del tasso della glicemia, del colesterolo e della pressione sanguinea. Questi dati, integrati con il peso, età e sesso, permettono di calcolare in pochi minuti il rischio cardio-cerebrovascolare di ognuno.
 
Oltre ai promotori nazionali (ALT, FAND, AID e CnAMC), ogni tappa vede coinvolti istituzioni locali, enti e associazioni (comune, ordine dei medici, dei farmacisti, usl di competenza, comitato provinciale della CRI, FIMMG, SIMG, associazioni pazienti locali ecc.) e medici che gratuitamente si prestano alle visite.
 
Perché ALT interviene nel Progetto Cardiolab
 
La prevenzione delle malattie cerebro-cardiovascolari e l’educazione alla salute fanno parte delle attività istituzionali di ALT. Inoltre Cardiolab è un progetto di prevenzione impostato sulla collaborazione tra istituzioni e associazioni diverse e da sempre ALT è convinta che il lavoro di squadra rafforzi il messaggio che si vuole comunicare, soprattutto se i vari componenti del network mettono in comune competenze diverse ma complementari al raggiungimento di uno stesso obiettivo. In questo contesto, ALT ha contribuito al Progetto Cardiolab con la propria pluriennale esperienza di comunicazione e contatto diretto con le problematiche legate alla prevenzione.
 
Per valorizzare il progetto, ALT ha proposto, in linea con quanto suggerito dall'Azione europea per la salute cardiovascolare, di monitorare l'impatto della campagna di sensibilizzazione tramite la registrazione degli effettivi cambiamenti nello stile di vita dei partecipanti. A questo scopo sottopone ai partecipanti dell'iniziativa Cardiolab il questionario "Quanta salute hai in tasca?". Le risposte di ciascun partecipante sono elaborate e restituite all’interessato con la stima del rischio cardiovascolare di ciascuno. Dopo tre mesi con una telefonata si valutano eventuali modifiche delle abitudini di vita o i risultati di visite mediche specialistiche, indici di una maggiore consapevolezza dei fattori di rischio delle malattie cardio e cerebrovascolari.
 

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sui progetti e le attività dell’associazione?